L’intervista di Francesco Accolla, Hobo: il vagabondo trova l’arte a Roma

Ho avuto modo di conoscere l’Hobo grazie ad una bellissima performance di Antonio Nobili. Ed è diventato un mio rifugio sicuro nelle giornate/serate in cui voglio godermi della sana aria artistica e del buon bere.

Non ho quindi perso tempo a chiacchiere per il Bicchiere Di_verso con il poliedrico Francesco Accolla.

Full Article… http://ilbicchierediverso.menstyle.it/26/hobo-il-vagabondo-trova-l-arte-a-roma


Annunci

Libreria specialistica musicale e delle arti dello spettacolo

Di giorno, lo spazio è articolato in maniera modulare, evidenziando una fornitissima libreria specialistica musicale e delle arti dello spettacolo, associata a una caffetteria-gastronomia basata su prodotti biologici e agricoltura di prossimità.

A “strettocontatto”, ogni sera, dalle 18 in poi, collettore invisibile e coeso, Hobo diventa terreno performante e streaming TV: musica live, dj set, incontri con “ Autor-reading “, presentazione libri, nuovi artisti, teatro, cinema, pittura, fotografia, architettura.

Elevando a metafora la figura dello hobo, mitico spirito libero di frontiera della cultura americana solidificatosi attraverso la letteratura tardo-romantica, la tragedia della Grande Depressione e l’esperienza esistenziale della Beat Generation, il concept-space vuole fotografare la complessità, le contraddizioni e le pluralità della nostra società contemporanea.

Hobo Artclub Eventi, Pigneto, Roma